Post in evidenza

Links

Di seguito tutti i LINK di collegamento

alle pagine operative sulle cryptovalute.

HOME emanueledinicola

https://emanueledinicola.wordpress.com/home-2/

CHI SONO :

https://emanueledinicola.wordpress.com/chi-sono/

Contatti

https://emanueledinicola.wordpress.com/contatti/

Inizia da QUI

https://wordpress.com/post/emanueledinicola.wordpress.com/8952

CRYPTO

https://emanueledinicola.wordpress.com/crypto/

DECENTRALIZZATI !!!

https://emanueledinicola.wordpress.com/2020/06/21/decentralizzati/

Wallet consigli

https://emanueledinicola.wordpress.com/2017/12/27/wallet-consigli/

Ledger Nano S: guida completa all’installazione e all’utilizzo !

https://emanueledinicola.wordpress.com/2018/02/25/ledger-nano-s-installazione-utilizzo/

Ledger Nano X

https://emanueledinicola.wordpress.com/2020/02/21/ledger-nano-x/

.Cosa è un Exchange ?

https://emanueledinicola.wordpress.com/2018/02/22/cosa-un-exchange/

KYC su Exchange

Istruzioni Uso Identificazione AMLD5 Documenti identità :

https://emanueledinicola.wordpress.com/2020/02/17/kyc-su-exchange/

Come attivare Kraken Uphold Binance

https://wordpress.com/post/emanueledinicola.wordpress.com/9334

Come installare Google Authenticator

https://wordpress.com/post/emanueledinicola.wordpress.com/9212

_______________________________________________________________

Per iniziare ad apprendere

 il mondo delle cryptovalute occorre studiarlo bene ! 

Io lo conosco dal 2016 ed è stata una continua evoluzione…..

 ti invito a vedere i miei Video, per avere una minima base ,

poi però occore agire a livello pratico , fissando un appuntamento.

 Che cosa è la blockchain : 

LINK – decentralizzato : 

https://odysee.com/@Gomap:e/Che-cosa-e-la-Blockchain-by-Emanuele:f?r=AQ1MDaUhrbiP79brWvcYAR9fvuhfB92k

Che cosa è il Bitcon :

LINK – decentralizzato :

https://odysee.com/@Gomap:e/Che-cosa-e-Bitcoin-by-Emanuele:3?r=AQ1MDaUhrbiP79brWvcYAR9fvuhfB92k

Le IENE parlano di Bitcoin

By Emanuele opinione : 

LINK – decentralizzato :

https://odysee.com/@Gomap:e/Le-IENE-parlano-di-Bitcoin-by-Emanuele-opinione:1?r=AQ1MDaUhrbiP79brWvcYAR9fvuhfB92k

Video originale LE IENE

LINK al Mio Canale Video : 

https://www.youtube.com/user/DiNicolaEmanuele/videos

LINK – decentralizzato :

https://odysee.com/@Gomap:e

__________________________________________________

Prenotazione Formazione :

Faccio assistenza su prenotazione qui.

LINK  :

https://emanueledinicola.youcanbook.me

___________________________________________________________

5 motivi per cui ho scelto Bitcoin

e le monete Decentralizzate

La Blockchain spiegata

in modo semplice su Striscia la Notizia

.https://youtu.be/FmLMeTkhKa0

Perche Bitcoin non morira Mai

Bitcoin morto 334 VOLTE by Emanuele

Mia Riflessione sul Bitcoin Nov 2018 by Emanuele

.

Perche cresce il Bitcoin ?

Bitcoin e monete Fiat Euro a confronto …Poste Crypto…

Come prelevare Euro da CoinBase a contocorrente bancario

62 MILA visualizzazioni. Please metti Like e condividi, se ti va.

La classifica degli exchange Crypto più fidati .

https://wordpress.com/post/emanueledinicola.wordpress.com/9155

ART. 1834 Soldi appartengo. alle Banche

https://emanueledinicola.wordpress.com/2018/11/07/art-1834-tuoi-soldi-appartengono-alle-banche-per-legge/

I Soldi in Banca del conto corrente non sono tuoi.

https://emanueledinicola.wordpress.com/2018/10/03/soldi-in-banca-non-sono-tuoi/

leadership Dipak Pant

●▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬●

❤️Comprati un LEDGER, sennò il lupo nero ti frega le crypto:❤️

🔒Non rischiare di venir hackerato, dotati di Ledger nano s: https://www.ledger.com?r=b26e514d803b

👑Exchange consigliato- Binance:

https://www.binance.com/?ref=26287583

👑Exchange consigliato- Kraken:

https://www.kraken.com

👑Exchange consigliato- Bitstamp:

https://www.bitstamp.com

👑Exchange consigliato- Uphold:

https://www.uphold.com

●▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬●

⚡ Consulenze private —Telegram :

Telefono – – Telegram : @emanuelefly

https://t.me/emanuelefly

●▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬●

📚Libri consigliati: bitcoin mastering:

http://amzn.to/2ByyQvUThe

age of Cryptocurrency:

http://amzn.to/2BzM9wd

Blockchain revolution:

http://amzn.to/2DvuN0A

●▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬●

https://emanueledinicola.wordpress.com/dinicolaemanuelegmail-com/

●▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬●

♨️Social: – Youtube : https://www.youtube.com/user/DiNicola…

Twitter : https://twitter.com/emanuelenetwork

Telefono – – Telegram : @emanuelefly

https://t.me/emanuelefly

●▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬●

.

Post in evidenza

KYC su Exchange

Per la legge ogni persona deve fare il riconoscimento

personale coi propri documenti

Per  Attivazione account

Fiat ( euro dollaro ) – Crypto

per attivare account su Exchange

cambio euro con crypto

Servono dati e documenti

✅ Nome e cognome

✅ numero di telefono

✅ mail

✅ dati personali…

✅ Google Authenticator

✅ documenti :

LINEE GUIDA AL KYC

Know Your Customer

( Conosci il Tuo Cliente )

Documento ID

Documenti d’Identità accettati per gli Utenti:

( valida e non scaduta )

con indirizzo residenza

corrispondente ad un utenza domestica

– PROVA  di  RESIDENZA

che abbia massimo 3 mesi

Caricare nel sistema uno di questi documenti

✅ Carta IDentità
✅ Passporto
✅ Patente di Guida

Prova di Indirizzo di Residenza

Caricare nel sistema uno di questi documenti

✅ Estratto Conto Bancario
✅ Fattura Tasse
✅ Fattura Utenza
✅ Fattura Telefonica

✅
✅ Fattura Acqua
✅ Fattura LUCE
✅ Fattura GAS

✅
✅ Certificato INPS

✅ Certificato Residenza x Uso Sportivo

oppure

Ente dove riportato intestazione dell’ente,

una data ed il Tuo indirizzo di residenza, che corrisponde

alla residenza indicata nel documento di identità,

emesso non più di 3 mesi fa

⚠️ Accertarsi che tutti i documenti forniti siano:

✔️ Chiari e Leggibili

✔️ l’immagine deve essere a Fuoco senza ombre con luce del giorno, non artificiale

(tutti i dettagli devono essere facilmente leggibili)

✔️ Pagina intera
✔️non ritagliati e/o modificati
✔️Devono essere Integri


La procedura KYC (conoscere il cliente)



Cosa deve fare un utente iscritto in Binance – Kraken Uphold per concludere questo processo?

Il processo KYC inizia da ora in poi. A quel tempo i membri sono obbligati a fare il login in base ai loro conti di back office dove sono guidati come procedere con il processo KYC. Queste indicazioni contengono istruzioni per la documentazione da presentare. Intendiamo aver concluso questo processo il 01 ottobre 2019.


Quali tipi di documenti sono autorizzati ad accertare l’identità in questo processo?

 Secondo le norme KYC, sono state raccolte due categorie: una è una prova fotografica dell’identità e l’altra è una prova della residenza.
Secondo lo status degli utenti , vale a dire individuale, di gruppo, di business, ecc.,
Diversi tipi di documenti sono consentiti. Le informazioni sui moduli dovrebbero essere d’accordo con le informazioni fornite nei conti degli utenti.
Nel seguito sono elencati i necessari documenti KYC per le diverse categorie da parte degli utenti. 


caratteristiche


Gli individui:

Documenti del personale

Identità fotografica (più legalmente / N nome / N e tutti gli altri nomi usati)

Passaporto

Carta d’identità

Scheda d’identità elettorale

Patente di guida


Indirizzo

Utility bill come telefono, elettricità ecc (non più vecchio di 3 mesi)

Dichiarazione bancaria / libro di risparmio  / ESTRATTOCONTO

 Scrittura ufficiale della pubblica amministrazione con intestazione, ad esempio conferma dell’ufficio di registrazione


Aziende:

Nome dell’impresa

Posizione dell’attività

Indirizzo dell’impresa

Identità dei firmatari

Certificato di costituzione

Atto costitutivo

Certificato del proprietario economico ultimativo


Società, gruppi e dotazioni personali:

Nome e indirizzo legali

Identità di tutti i partner e il loro indirizzo

Identità dei firmatari

Certificato di registrazione

Contratto di compagno

Certificato del proprietario economico ultimativo


Quali passi devo ora portare a completare tutto?

Accedi secondo il tuo account e seguendo il Video Tutorial carica i FILE.

Assicurati che il tuo nome e cognome registrati siano gli stessi,  come sui documenti da voi inviati per il tuo account personale.
(Questi due campi devono contenere solo segni inglesi.)

Assicurati che anche il tuo indirizzo e-mail  ed i numeri di telefono siano corretti ( questi sono importanti ).



Le transazioni anonime non sono consentite  e l’exchange rigorosamente rispetta la direttiva anti-riciclaggio di denaro  e la realizzazione della procedura KYC in tutti gli aspetti della loro attività.

 

Ricordo a tutti che la Sicurezza Totale sulle Cryptomonete ce l’abbiamo quando si trovano nel Portafoglio Fisico e non in quello online.

Gli exchange si utilizzano per cambiare le monete tra loro e non per tenerle ferme online.

Quando si finiscono gli scambi

occorre trasferire le Crypto

nel LEDGER o in Exodus

Chi ha le Chiavi private delle Cryptomonete è il vero padrone del Valore.

L’exchange non da mai le Chiavi private il Portafoglio Fisico si .

Link per l’acquisto clicca la foto sotto

Ledger Nano S - The secure hardware wallet

 

–-ààò

Post in evidenza

Possiamo paragonare il Grafico di Bitcoin con quello dell’Oro ?

bitcoin-btc-oro-digitale-trend-trade

Bitcoin potrebbe benissimo avere finito la sua fase decrescente?

Premetto che non sono un esperto trader e che non pratico trading e non do’ assolutamente consigli finanziari, ma sono un appassionato della tecnologia Blockchain che seguo dal 2016 in maniera molto approfondita, e visto che questo settore ha avvicinato i molti per un aspetto speculativo, anche io, come in molti all’inizio, mi sono avvicinato con diffidenza ma soprattutto con lo spirito dello speculatore, poi nel tempo ho cambiato visione e della speculazione mi interessa poco e niente, ma il suo aspetto matematico mi affascina.

Quindi non vedere questo articolo come un’analisi tecnica nè tanto meno come un consiglio finanziario, ma solo come un caso studio e una curiosità su una Casualità, ma sappi che al caso non ci credo e credo nella ciclicità della vita.

Si è sempre parlato di Bitcoin come il Nuovo Oro, come il bene rifugio, e vorrei porre l’attenzione su qualcosa che in molti sicuramente hanno notato riguardo al ciclo di mercato a lungo termine dell’oro e al ciclo di mercato di Bitcoin (BTC).

Nella tabella che segue, che si mettono a confronto le due “materie” sopra i tempi indicati, diventa immediatamente evidente che sembrano un po ‘simili.

bitcoin-btc-oro-digitale-trend-trade

In alto il grafico dell’Oro che è aumentato alla fine degli anni ’70, in mezzo alle turbolenze globali e alla decisione del presidente Nixon di staccare il dollaro USA dal Gold Standard, raggiungendo un picco in quel periodo, prima di crollare per anni fino agli anni ’90.

In basso il Bitcoin, BTC ha raggiunto il picco (come sapete) a $ 20.000 a fine 2017, scendendo a $ 4,000 dove risiede solo quindici mesi dopo.

ATTENZIONE: Così come per Bitcoin reputo che anche per l’Oro prezzo e valore vadano ben separati, perchè nonostante il prezzo l’oro non ha mai perso valore da quando viene usato dall’Uomo. (CHIUDO PARENTESI)

Mentre questi due cicli possono sembrare casuali o comunque poco rilevanti , entrambi a mio avviso contengono una pausa simile, in cui i prezzi delle attività si sono stabilizzati prima di un rush finale. Dopo l’ultimo periodo di capitolazione, l’oro ha iniziato a manifestarsi e rafforzarsi, raggiungendo nuovi massimi storici nella Grande recessione del 2008.

Quindi, se il Bitcoin, noto a molti come l’oro digitale, segue la tendenza storica stabilita dalla sua controparte tangibile, BTC potrebbe iniziare a manifestarsi, beh, proprio ora, considerando il fatto anche che il mondo sta attraversando una crisi economica mondiale non indifferente e che la valuta Fiat sia nel suo ciclo finale di vita.

Ricordo che Bitcoin dalla sua nascita è cresciuto di  UN MILIONE%

1.000.000% ne parlo qui in questo articolo.

Ci sono alcuni avvertimenti a questa analisi però.

Prima di tutto, il ridimensionamento è diverso da un grafico all’altro.

L’oro è sceso da $ 800 a picco a $ 250, mentre BTC è passato da $ 20.000 a $ 3,150.

Ancora più importante, sono i tempi, il ciclo dell’oro durò molte decadi, mentre quello di Bitcoin non è durato molto più di un anno.

Quindi indubbiamente è un’analisi un pò forzata, visto tempistiche differenti e cifre differenti, ma c’è anche da dire che quello che 40 anni fa capitava con tempi più dilatati oggi avviene in tempi molto più ristretti, soprattutto per il fatto che oggi c’è un elemento molto forte che si chiama Internet e che non si fa proprio gli affari suoi.

C’è anche da dire un’altra cosa importante, che mentre l’oro è stato considerato solo come bene rifugio e quindi non classificato come asset di pagamenti e senza alcuna tecnologia dietro, BTC segue un corso diverso, sia di sviluppo nel settore dei pagamenti sia anche per aver dato via ad una rivoluzione digital/sociale che sta davvero rivoluzionando un intero settore economico.

Quindi c’è una probabilità che la criptovaluta abbia già toccato il fondo?

Secondo me si, proprio perchè i grossi attori Finanziari, Statali e Commerciali stanno cavalcando questo settore e stanno cercando di comprenderlo e svilupparlo.

Ma ricorda sempre che la Blockchain resta una, e deve essere decentralizzata per appartenere a noi!

Impegno per la trasparenza: l'autore di questo articolo ha investito e / o ha un interesse in uno o più beni discussi in questo post. Emanuele non avalla alcun progetto o risorsa che potrebbe essere menzionata o collegata in questo articolo. Ti preghiamo di tenerne conto quando valuti il contenuto di questo articolo.
Disclaimer: le opinioni sono esclusivamente personali. Nessuna delle informazioni che si leggono sul Emanuele deve essere presa come consiglio di investimento, né Emanuele approva alcun progetto che possa essere menzionato o collegato in questo articolo. Comprare e scambiare criptovalute dovrebbe essere considerato un'attività ad alto rischio. Ti preghiamo di fare la tua dovuta diligence prima di intraprendere qualsiasi azione relativa ai contenuti di questo articolo. Infine, lorenzograssia.com non si assume alcuna responsabilità in caso di perdita di denaro nel commercio di criptovalute.

Post in evidenza

Proteggi il Tuo Anonimato Bitcoin

Proteggi la tua privacy

Bitcoin è spesso percepito come un network per il pagamento anonimo. Ma in realtà, Bitcoin è probabilmente il network per i pagamenti più trasparente al mondo. Al contempo, Bitcoin può garantire accettabili livelli di privacy quando è utilizzato correttamente. Ricorda sempre che è una tua responsabilità adottare delle buone pratiche per proteggere la tua privacy.

icon

Comprendere la tracciabilitá di Bitcoin

Bitcoin opera ad un livello di trasparenza senza precedenti, a cui la maggior parte delle persone non è abituata. Tutte le transazioni di Bitcoin sono pubbliche, tracciabili e raccolte in maniera permanente nella rete di Bitcoin. Gli indirizzi di Bitcoin sono le uniche informazioni utilizzate per definire dove si trovano i bitcoin, e dove sono inviati. Tali indirizzi sono creati privatamente dai portafogli di ciascun utente. Tuttavia, una volta che gli indirizzi vengono utilizzati, sono corrotti dalla storia di tutte le transazioni in cui sono coinvolti. Tutti possono vedere il bilancio e tutte le transazioni di ogni indirizzo. Dato che gli utenti di solito devono rivelare la propria identità, per poter ricevere servizi o beni, gli indirizzi Bitcoin non possono restare totalmente anonimi. Per queste ragioni, gli indirizzi Bitcoin dovrebbero essere utilizzati solo una volta e gli utenti devono prestare attenzione a non divulgare i loro indirizzi.

icon

Usa nuovi indirizzi per ricevere pagamenti

Per proteggere la tua privacy, dovresti utilizzare un nuovo indirizzo Bitcoin ogni volta che ricevi un nuovo pagamento. Inoltre, puoi utilizzare multipli portafogli per diversi scopi. Facendo così, puoi isolare ogni singola transazione, in modo tale da non rendere possibile la loro associazione globale. Le persone che ti inviano denaro, non possono vedere gli altri indirizzi Bitcoin che possiedi, e che cosa ne fai. Questo è probabilmente il consiglio più importante che dovresti tenere in mente.

icon

Attenzione agli spazi pubblici

A meno che la tua intenzione non sia quella di ricevere donazioni o pagamenti in completa trasparenza, pubblicare un indirizzo Bitcoin in spazi pubblici quali siti web o social network non è una buona idea in termini di privacy. Se scegli di farlo, ricorda sempre che se sposti fondi da questo indirizzo a un tuo altro indirizzo, anch’esso sarà facilmente rintracciabile. Oltretutto, sarebbe prudente non pubblicare informazioni su transazioni o acquisti che potrebbero permettere a qualcuno di identificare il tuo indirizzo Bitcoin.

icon

Il tuo indirizzo IP può essere registrato

Dato che la rete di Bitocoin è un network peer-to-peer, è possibile ascoltare le informazioni relative alle transazioni e registrare i loro indirizzi IP. I client full node registrano tutte le transazioni degli utenti, così come le proprie. Ciò significa che trovare la fonte di qualsiasi particolare transazione può rilvelarsi difficile, e qualsiasi node di Bitcoin può essere scambiato per la fonte di una transazione, quando in realtà non lo è. Potresti considerare di nascondere l’indirizzo IP del tuo computer con uno strumento come Tor così che sia impossibile accedervi.

icon

Limitazioni nel mischiare servizi

Alcuni servizi online chiamarti servizi misti offrono la possibilità di mescolare la tracciabilità tra utenti, ricevendo e inviando la stessa quantità utilizzando indirizzi Bitcoin indipendenti. E’ importante notare che la legalità nell’utilizzare tali servizi può variare ed essere soggetta a diverse leggi in ogni giurisdizione. Questi servizi richiedono anche che tu abbia fiducia nei soggetti che li gestiscono, affinché non perdano o rubino i tuoi fondi, e non mantengano un registro delle tue richieste. Sebbene i servizi misti possano rompere la tracciabilità per piccole cifre, diventa molto difficile fare lo stesso per le transazioni maggiori.

icon

Futuri miglioramenti

Ci si aspetta molti miglioramenti in futuro, in ambito di privacy. Ad esempio, si stanno facendo sforzi con i messaggi di pagamento API, per evitare la contaminazione di indirizzi multipli, durante un pagamento. Il cambiamento degli indirizzi con Bitcoin Core potrà essere impiantato in altri portafogli nel tempo. Le interfacce grafiche degli utenti potranno essere migliorate per garantire dei metodi di pagamento a favore degli utenti, scoraggiando il riutilizzo degli indirizzi. Si stanno svolgendo anche dei lavori e delle ricerche per sviluppare altre funzionalità estese della privacy, come riunire insieme transazioni casuali degli utenti,

Post in evidenza

Prelievo Forzoso dei Risparmi Italiani

Riflessioni su patrimoniale al 20%

e mondo cripto

Una patrimoniale del 20% sulla ricchezza netta delle famiglie italiane per abbattere il debito pubblico tricolore. La proposta è arrivata dalla Bundesbank, anche se il governatore Jens Weidmann ha precisato che trattasi di una ricetta che il capo della divisione Finanze, Karsten Wendorff, propinerebbe a titolo personale. E le cripto in tutto questo?

 

Casa: meglio acquisto o affitto?

cosa conviene?

spiegato da un economista

( mutuo / cash)

Conviene acquistare casa (con mutuo o senza) o andare in affitto? Vediamo cosa ne pensano: – italiani – professori universitari – finanza personale Sostanzialmente in alcuni casi l’affitto può essere più conveniente dell’acquisto (es deflazione e decremento valori immobiliari e canoni), in altri può essere più conveniente acquistare. Cosa succede se utilizziamo la leva per acquistare case da mettere a reddito e andare noi a vivere in affitto dove vogliamo? generando cosi un Cashflow? i problemi dell investimento immobiliare

 

http://www.emanueledinicola.eu/previsioni-btc-se-vari-mercati-entrassero-in-crypto/

 

 

 

Post in evidenza

ART. 1834 Tuoi Soldi appartengono alle banche per Legge

 

Articolo 1834 Codice civile

(R.D. 16 marzo 1942, n.262)

Depositi di danaro

 

Dispositivo dell’art. 1834 Codice civile

Nei depositi di una somma di danaro presso una banca, questa ne acquista la proprietà ed è obbligata a restituirla (1) nella stessa specie monetaria (2), alla scadenza del termine convenuto ovvero a richiesta del depositante, con l’osservanza del periodo di preavviso stabilito dalle parti o dagli usi (3).

Salvo patto contrario, i versamenti e i prelevamenti si eseguono alla sede della banca presso la quale si è costituito il rapporto (4).

 

Note

(1) Si tratta di deposito irregolare, con il quale il depositario diviene proprietario del bene ed è obbligato alla restituzione del tantundem eiusdem generis. Di solito tali operazioni vengono eseguite in un conto corrente: si applicano, quindi, anche le relative norme (1852 ss., 1857 c.c.).
(2) La banca è debitrice del depositante: pertanto, se il deposito è fatto in valuta estera essa ha facoltà, alla sacadenza, di liberarsi corrispondendo quanto dovuto nella moneta avente corso legale ovvero nella moneta estera depositata (1278 c.c.).
(3) Il preavviso costituisce un onere a carico del depositante.
(4) Quasi sempre, tuttavia, le parti si accordano per consentire i depositi ed i prelevamenti anche in filiali diverse da quella di conclusione del contratto.

Questo oggetto ha un Valore Enorme, Scoprilo !!!Ledger Nano S - The secure hardware wallet

Ratio Legis

Il contratto soddisfa gli interessi di entrambe le parti. Il depositante, oltre a cautelarsi da eventi quali il furto o lo smarrimento, può ottenere un vantaggio economico dovuto agli interessi che le somme depositate producono. La banca, a sua volta, mediante la raccolta del denaro accumula capitali da concedere onerosamente in prestito a terzi, ad esempio mediante mutui (1813 c.c.).

Spiegazione dell’art. 1834 Codice civile

Portata della norma

La disciplina positiva del deposito bancario in generale viene limitata dal legislatore al solo deposito irregolare di denaro, che, a seguito del noti divieti dei cosiddetti comodati bancari irregolari, diviene l’ unica forma possibile di deposito ad uso.

L’unico articolo del nuovo codice riferito al deposito ad uso si limita a dare la fissazione della struttura funzionale di questo tipo nelle sue diverse conformazioni tecniche. Il deposito di denaro ad uso viene considerato come deposito a vista, per quale il depositante ha il diritto di chiederne il pagamento ad nutum, come deposito semplice dopo preavviso, per il quale il diritto di chiederne il rimborso è subordinato alla notifimzione fatta dal depositante alla banca circa la data per la quale il pagamento dovrà effettuarsi, ed infine come deposito a scadenza fissa (individuato oggi nei cosidetti buoni fruttiferi e nel depo­sito vincolato), per il quale la richiesta del pagamento dovrà intervenire al termine preventivamente stabilito.

La norma sul deposito ad uso di denaro è volutamente formulata in modo generico e lascia di conseguenza piena libertà alle parti contraenti di procedere alla fissazione delle condizioni particolari e specifiche entro le quali e secondo le quali il contratto dovrà svolgersi. Nel silenzio della legge la regolamentazione particolare del contratto risulterà fornita dagli usi bancari e particolarmente da quelli schemi che le banche predispongono per la formazione e per l’attuazione del rapporto, e che vanno genericamente sotto il nome di condizioni negoziali di deposito bancario. Nonostante la non ancora ben individuata natnra ginridica di tali condizioni, la dottrina afferma che essi costituiscono elementi formativi di vincoli contrattuali, dei quali ammette la validità e l’efficacia regolamentare entro determinati limiti.

Deposito ad uso e i suoi effetti

Il deposito di denaro ad uso obbedisce alle norme generali sulla capacità e sulla validità dei contratti e risponde a regole particolari discendenti dalla propria struttura. Secondo la dottrina dominante, il deposito ad uso di denaro costituisce un contratto umlaterale, come tale non soggetto alla exceptio inadimpleti contractus, nè alla condizione risolutiva tacita. È un contratto reale, per cui, ove manchi la traditio, si avrà un pactum de contraendo e non un deposito. Per la sua natnra di rapporto viene considerato a titolo gratuito, in quanto il contraente ne avrà vantaggio soltanto in caso di stipulazione di un inteiesse, e libero dall’impiego di forme solenni per la conclusione, nonostante per esso si richieda la prova scritta.

La norma espressa nell’articolo in esame verte sulla fissazione della reciproca posizione della banca e del depositante, limitandosi peraltro alla disciplina di soltanto alcuni degli aspetti di queste rispettive posizioni.

Per effetto del deposito bancario ad uso, dice l’articolo, la proprietà della somma depositata passa al depositario, il quale è tenuto a restituire la medesima somma numerica ricevuta o in moneta legale o nella medesima specie e quantità, ove cosi sia stato pattuito (salve, si intende oggi, le inibizioni sul cambio e traffico delle specie monetarie). Per quanto niente ci dica l’articolo in esame, risulta dalla regolamentazione in generale del deposito che il pagamento dovrà assere fatto dalla banca a chi è legittimato attivamente a riceverlo, dietro presentazione del docu­mento di legittimazione cosi pure, che la banca ha il diritto di compensare i suoi crediti col debito liquido ed esigibile verso il depositario, mentre non ha il diritto di esercitare il cosidetto diritto di ritenzione, come risulta chiaro dall’eliminazione, dalla nuova disciplina del deposito in generale, della norma già contenuta nell’art. #1863# del vecchio codice cod. civ. , dovuta alla configurazione di questo tipo contrattuale più come mutuo che come deposito. La presenza di una norma espressa sul deposito bancario di denaro ad uso, collegata alle nuove norme sul deposito in generale ed a quella in particolare posta nell’ art. 1782 del c.c., risolve il problema centrale di questo tipo contrattuale, che, come gia si è detto, ha avuto in passato tanto in dottrina che nella giurisprudenza diverse soluzioni.

Ledger Nano S - The secure hardware wallet
Rimane esclusa in primo luogo la possibilità di considerare il deposito di denaro ad uso come contratto innominato o atipico e cosi pure vengono escluse le altre tesi configurabili al suo riguardo, e tutto ciò, ormai, per effetto dell’esplicita sanzione del passaggio della proprietà dal depositante al depositario. Potrebbe forse ancora ritenersi incerto se il contratto possa essere distinto in deposito irregolare o in mutuo a seconda che si tratti di deposito a vista ed a breve preavviso, oppure si tratti di deposito a lungo preavviso o a scadenza fissa. Dalla norma attuale, collegata con quella dell’ art. 1782 del c.c., discende immediatamente l’individuazione del rapporto in un mutuo fatto dal depositario alla banca mediante il deposito. L’elemento che quella tesi adduceva quale distintivo fra mutuo e deposito, l’essere cioè il deposito rimborsabile a vista o a breve preavviso, di fronte alla nuova disciplina del contratto in questione, non si può considerare in modo alcuno decisivo. L’ art. 1816 del c.c. lascia perfettamente adito al mutuo rimborsabile a vista, a breve preavviso, come a lungo preavviso od a termine, così come già ebbe a ritenere una nostra notevole corrente dottrinale.

Oggi nel deposito bancario di denaro ad uso, ove non sia stata stipulata una data certa, il rapporto può diffidarsi a volontà da una delle parti. La stipulazione di una data certa interviene per lo più o nell’interesse della banca che si assicura così la disponibilità della somma per il periodo stabilito, o nell’interesse dei terzi che possono avere sul deposito dei controdiritti, oppure nell’ interesse del medesimo depositante che dalla data certa trae un vantaggio ed una tutela (si veda ad esempio il deposito fatto per un minore o per una persona sotto tutela).

Scadenza e obbligo di preavviso

Così fissata la posizione del depositario rispetto al rapporto il nuovo articolo sul deposito di denaro ad uso procede alla della posizione del thpositante. A questi, oltre il diritto di ottenere la restituzione del tantundem depositato, spetta normalmente il diritto d’avere gli interessi, o i premi o la provvigione stipulata o prevista dagli usi. Questo principio convalida l’accostamento del deposito al mutuo, dato che sarebbe inconciliabile l’obbligo della banca col fatto del deposito intervenuto nell’esclusivo interesse del cliente, per il quale sarebbe appunto la banca che dovrebbe avere un diritto ad un compenso per il servizio di custodia che presta al di lui favore.

L’obbligo fatto al depositante di rispettare il termine di preavviso per ottenere il pagamento di quanto depositato, in caso di rapporto disdettabile ad nutum, cosi come sarà pattuito dalle parti o dagli usi, e oggi configurato nella sua finalità sostanziale quale mezzo di garanzia e di assicurazione in favore della banca depositaria, onde adessa sia dato il tempo utile e necessario per provvedere alla provvista delle somme necessarie per soddisfare alla propria obbligazione. E questo principio, che oggi viene esplicitamente sancito dalla norma in esame, discende direttamente dalle norme generali pubblicistiche in tema di tutela del credito e mira ad evitare quelle crisi verificatesi in passato a seguito di un’improvvisa, e qualche volta ingiustificata, richiesta di restituzione in massa dei depositi monetari presso le banche, quale conseguenza del venir meno di quell’elemento di fiducia che è presente in questo rapporto.

Luogo del versamento e prelevamento

Nel capoverso dell’articolo si ha la piena codificazione di un principio ormai radicato in tema di deposito ad uso, espresso da un non meno radicato uso bancario. La banca è tenuta ad eseguire il pagamento a chi è legittimato attivamente e nella sede dell’azienda di credito (o succursale) che ha ricevuto il deposito stesso. La natura di debito querable e non portable della banca era già da tempo affermato dalla dottrina e dalla pratica, per cui forse poteva considerarsi anche superflua, oggi, la presenza di una precisa disposizione in proposito.

La presenza della norma si può forse spiegare con il particolare rilievo assunto oggi nella nuova legislazione da parte del concetto di impresa bancaria, per cui il legislatore ha voluto espressamente domiciliare il contratto e le operazioni ad esso inerenti nella sede ove l’organismo bancario stipula il rapporto e dove esso viene perfezionato, escludendo così ogni possibile riferimento a quella che è la sede in senso legale dell’impresa.

La possibilità di una diversa pattuizione esplicita tra le parti incontra facile ed evidente spiegazione nella circostanza del frequente collegamento del deposito bancario ad uso con altre forme e figure contrattuali quali il giro bancario, il conto corrente di banca o di corrispondenza.

 

Relazione al Codice Civile

(Relazione del Ministro Guardasigilli Dino Grandi al Codice Civile del 4 aprile 1942)

 

739 Il deposito di una somma di danaro produce trapasso della proprietà del danaro alla banca e obbligo di restituire il tantundem nella stessa specie monetaria (art. 1834 del c.c., primo comma). Di solito, per i depositi di danaro a risparmio la banca rilascia un libretto: in esso devono annotarsi tutte le operazioni, e la sottoscrizione dell’impiegato della banca fa piena prova nei rapporti tra questa e il depositante, purché l’impiegato che ha sottoscritto sia quello che figura addetto al servizio, senza che il cliente abbia l’onere di indagini sulla realtà dell’incarico apparente (art. 1835 del c.c.). Si attribuisco al libretto di deposito pagabile al portatore, anche se intestato al nome di una persona, il carattere di titolo di legittimazione (art. 1836 del c.c.); il che facilita le operazioni, consentendo alla banca di pagare validamente anche senza indagini sui rapporti interceduti tra l’intestatario e il presentatore del libretto, salvi sempre gli effetti del dolo e della colpa grave, a sensi del secondo comma dell’art. 1992 del c.c.. Al minore che abbia compiuto i diciotto anni si è riconosciuta la capacità di compiere le operazioni di deposito a risparmio (art. 1837 del c.c.) generalizzandosi una norma già in vigore per le Casse di risparmio, la quale oggi appare meno eccezionale di fronte al disposto dell’art. 3 che attribuisce al minore, con il compimento dei diciotto anni, piena capacità di agire nel rapporti di lavoro. Come opportuno temperamento si è ammessa l’opposizione del legale rappresentante del minore. Nei depositi di titoli in amministrazione (art. 1838 del c.c.), data la natura dell’oggetto, l’obbligo della custodia si completa con un complesso di altre prestazioni le quali, se attribuiscono alla banca il diritto ad un compenso (art. 1838, terzo comma), addossano però alla stessa dei doveri di diligenza, che non possono essere elusi con patti di esonero (art. 1838, quarto comma). La sanzione di nullità di questi patti tutela la massa dei depositanti e corrisponde agli scopi del contratto, che ha nella sua essenza la finalità di porre a carico della banca la cura di amministrare i titoli e le conseguenze di ogni trascuratezza in cui può fare incorrere l’attività relativa. Senza tale responsabilità i depositanti preferirebbero collocare i titoli in cassette di sicurezza.

 

Massime relative all’art. 1834 Codice civile

Cass. civ. n. 788/2012

 

Nel deposito bancario, negozio complesso di durata che costituisce un contratto d’impresa, caratterizzato da profili speculativi, in cui l’interesse della banca alla raccolta ed alla gestione del risparmio concorre con quello del privato alla custodia ed alla rimuneratività delle somme, l’obbligo restitutorio della banca sorge (salvo il caso di previsione di un termine convenzionale di scadenza del contratto) solo a seguito della richiesta del cliente, quale condizione di esigibilità del credito del medesimo, con la conseguenza che l’inerzia al riguardo tenuta non è interpretabile come manifestazione di disinteresse a far valere il suo diritto, cui possa collegarsi il decorso del termine prescrizionale, ma come mero esercizio di una facoltà, onde la prescrizione del diritto del depositante ad ottenere la restituzione delle somme depositate non inizia a decorrere prima che il cliente abbia richiesto la somma in restituzione, facendo sorgere il corrispondente obbligo della banca.

(Cassazione civile, Sez. I, sentenza n. 788 del 20 gennaio 2012)

Cass. civ. n. 23844/2008

In tema di deposito bancario, la mera cointestazione del libretto comporta l’accensione di un deposito congiunto semplice, su cui ciascun cointestatario, se non può agire anche per l’altro, impedendogli la disciplina della comunione di estendere il proprio diritto sulla cosa comune in danno dell’altro, può, però, disporre della sua quota ed esigerla, stante la divisibilità dell’obbligazione di denaro.

(Cassazione civile, Sez. III, sentenza n. 23844 del 18 settembre 2008)

Cass. civ. n. 17945/2003

L’obbligo di corrispondere interessi sulle somme depositate in banca, a norma degli artt. 1834 e 1835 c.c., non è legato all’esigibilità del credito restitutorio, ma discende dalle regole del deposito irregolare e del mutuo, cui questo è a tal fine assimilabile (artt. 1782 e 1815 c.c.): trattandosi, quindi, di interessi connaturati al mero fatto che le somme depositate siano poste nella disponibilità della banca depositaria, essi spettano al depositante per tutto il tempo in cui tale situazione perduri. Da tanto deriva che l’intervento di un vincolo esterno alla restituzione (pignoramento o sequestro) non incide sulla causa giuridica da cui deriva il debito per interessi, perché quel vincolo impedisce al depositante di richiedere nell’immediato alla banca depositaria la restituzione di dette somme, ma non le rende medio tempore indisponibili per la banca medesima.

(Cassazione civile, Sez. I, sentenza n. 17945 del 25 novembre 2003)

 

Cass. civ. n. 15231/2002

Nel caso in cui il deposito bancario sia intestato a più persone, con facoltà per le medesime di compiere, sino alla estinzione del rapporto, operazioni, attive e passive, anche disgiuntamente, si realizza una solidarietà dal lato attivo dell’obbligazione, che sopravvive alla morte di uno dei contitolari, sicché il contitolare ha diritto di chiedere, anche dopo la morte dell’altro, l’adempimento dell’intero saldo del libretto di deposito a risparmio e l’adempimento cosa conseguito libera la banca verso gli eredi dell’altro contitolare.

(Cassazione civile, Sez. I, sentenza n. 15231 del 29 ottobre 2002)

Cass. civ. n. 4389/1999

Mentre il diritto alla restituzione delle somme depositate vantato dal depositante nei confronti della banca, che abbia pagato a un terzo portatore del libretto di deposito ma non titolare del credito, ha natura contrattuale e si fonda sul deposito e sul pagamento al terzo con dolo o colpa grave, il diritto, del depositante nei confronti del terzo ha natura extracontrattuale e si fonda sull’illecito possesso della somma; conseguentemente, sul piano processuale le azioni proposte dal depositante nei confronti della banca e del terzo sono diverse, sul piano sostanziale le posizioni debitorie non sono legate da un nesso di solidarietà passiva. (In applicazione di tali principi si è affermato che la transazione conclusa tra depositante e terzo non produce effetti diretti sul rapporto tra depositante e banca e non comporta l’estinzione di questo, eventualmente realizzandosi l’effetto indiretto di incidere sul quantum dovuto dalla banca al depositante).

(Cassazione civile, Sez. I, sentenza n. 4389 del 3 maggio 1999)

 

Ledger Nano S - The secure hardware wallet

 

https://www.brocardi.it/codice-civile/libro-quarto/titolo-iii/capo-xvii/sezione-i/art1834.html?fbclid=IwAR21d-bSPXVTL3cJTB9flU7wm3CNR21xz0Qbt_Ov1k1CMUuAm1wTYVQeSNc

Post in evidenza

Ledger Nano S-installazione e utilizzo

Il Ledger Nano S, insieme a KeepKey e a Trezor, è sicuramente uno tra gli hardware wallet migliori al mondo. Funge da banca personale per la stragrande maggioranza degli utenti che decidono di non esporre online la propria chiave privata.

In questa guida capiamo insieme cos’è il Ledger Nano S, quali sono le sue caratteristiche, come funziona e come abbinarlo al più famoso web-wallet in circolazione: MyEtherWallet.

La nostra guida è cosi strutturata:

1) Cos’è il Ledger Nano S?

1.1 Perché è sicuro?

2) A cosa serve?

2.1 Quali monete può conservare?

3) Installazione

3.1 Installazione dei plugin necessari

4) Collegamento a MyEtherWallet

4.1 Un esempio: invio di Ethereum (ETH)

5) Reset del Ledger Nano S: come inizializzarlo

5.1 Reinstallazione dei plugin necessari

4) Un acquisto soddisfacente

Clicca la Foto sotto per acquistare il Tuo LEDGER  NANO

Ledger Nano S - The secure hardware wallet

Ledger Hardware wallet

Cos’è il Ledger Nano S?

Il Ledger Nano S è un “Cryptocurrency hardware wallet”. Un portafoglio fisico dove vengono conservate in maniera del tutto sicura le nostre criptovalute. Come puoi notare dalle immagini in basso assomiglia molto ad una chiavetta USB, può infatti collegarsi ad un qualsiasi computer dotato di una porta USB.

La confezione richiama parecchio il design di Apple, così come la componentistica interna.
La scatola contiene:

  • Ledger Nano S;
  • un cavo USB;
  • un laccio per il collo;
  • un anello  per un eventuale portachiavi;
  • un cartoncino di presentazione;
  • le istruzioni per la configurazione iniziale;
  • il “recovery sheet”.

È compatibile con i più diffusi sistemi operativi: Windows (7+), Mac (10.8+), Linux o Chrome OS e l’unico requisito per la configurazione è il browser Google Chrome (oltre alla porta USB menzionata prima).

Perché è sicuro?

Vediamo insieme i principali motivi per cui viene definito una “banca privata”.
La parola d’ordine è “Offline.

Elementi di sicurezza

Il Ledger Nano S è basato su un’architettura dual chip(ST31/STM32, con livello di certificazione: CC EAL5+). Il firmware integrato è garantito da un’attestazione crittografica.

A prova di malware

L’inizializzazione o il ripristino delle impostazioni sono eseguite nell’ambiente interno e sicuro del Ledger Nano S. Le criptovalute non verranno mai esposte al mondo esterno.

Il Codice PIN

Il Ledger Nano S garantisce che solamente tu potrai accedere al tuo account richiedendoti un codice PIN a 8 cifre ogni volta che lo collegherai ad un computer.

Privacy

Le tue chiavi private non vengono mai conservate dentro al Ledger, ne concesse a terze parti: sono conservate in quello che chiamano “Secure Element“, un’area protetta del microcontrollore. Il tuo portafoglio rimane decentralizzato e diventi tu la tua stessa banca.

Tutorial su configurazione Ledger Nano S

Tutorial di Filippo su Ledger S

A cosa serve?

Abbiamo detto che è un portafoglio offline, quindi viene utilizzato per conservare tante criptovalute (ma non tutte quante). È inoltre considerato un ulteriore metodo di sicurezza dal momento che ogni transazione in uscita (invio di criptovalute) deve essere abilitata.

Attraverso il Ledger, tramite la conferma di un messaggio che verrà visualizzato sul display, si potrà accettare o rifiutare la transazione, ma lo vedremo più avanti.

Quali monete può conservare?

Al momento della stesura di questo articolo, il Ledger Nano S è compatibile con lo storage di queste monete/token:

Installazione

Installazione dei plugin necessari

Come abbiamo già spiegato prima, necessitiamo di Google Chrome.
Apriamolo e scarichiamo i plugin necessari per il funzionamento del Ledger.

Nota: non tutte queste funzionalità sono necessarie, se vuoi controllare i tuoi portafogli (Btc & Altcoins, Eth, Ripple) direttamente sul tuo computer per verificarne lo stato, puoi scaricare i tre wallet. Mentre il Ledger manager consente l’installazione all’interno del Ledger dei vari wallet (che è ciò che serve a noi) e l’Authenticator ti permette di verificare le transazioni anche da mobile.

Facciamo un esempio con il Ledger wallet Bitcoin e Altcoins e con il Ledger wallet Ethereum, per Ripple procedimento è esattamente lo stesso.
Dopo averli scaricati troveremo sul display del nostro Ledger la seguente schermata:

Installazione

-Premessa-
Il Ledger ha solamente due pulsanti. Se premuti singolarmente permettono di avanzare (o di tornare indietro) nella scelte delle azioni che possono essere effettuate e che vedremo più avanti.

Premuti contemporaneamente vengono interpretati come un’azione di “conferma” o più genericamente come il tasto “azione“.

Colleghiamo il Ledger Nano S alla nostra presa USB mediante il cavo in dotazione presente nella scatola. Dopodiché verrà mostrata la seguente schermata:

Ci viene richiesto di premere entrambi i pulsanti per proseguire:

Ora scegliamo di configurarlo come nuovo dispositivo, agendo sul pulsante di destra:

Passo fondamentale: la scelta del PIN. Premiamo entrambi i pulsanti:

Possiamo scegliere il nostro codice PIN a 8 cifre spostandoci avanti e indietro e selezionando uno per uno i nostri numeri, confermando infine la scelta con la solita pressione contemporanea di entrambi i pulsanti.

Ripetiamo ora la stessa procedura appena mostrata per essere sicuri di avere inserito correttamente il nostro codice PIN.

Adesso viene la parte più importante di tutta la configurazione: le trascrizione della “recovery phrase”.
Si tratta sostanzialmente di una sequenza di 24 parole necessarie per recuperare i dati all’interno del Ledger in caso di smarrimento.

Anche se siamo tentati di scriverle sul cartoncino in dotazione (il “recovery sheet”), sconsiglio vivamente di farlo: questa scheda è brandizzata. Significa che chiunque dovesse trovarla, potrebbe tranquillamente risalire a cos’è il Ledger anche senza sapere niente di criptovalute.
Il classico foglio di carta è un’ottima soluzione.

Per semplicità mostriamo solamente tre parole, ogni volta che ne scriviamo una premiamo i due pulsanti contemporaneamente per passare a quella successiva.

……

Come conferma del fatto che le abbiamo trascritte correttamente, il Ledger ce ne chiederà un paio in maniera astuta.

In questo caso chiede la parola numero #6 mostrandone però un’altra:

Spostiamoci dunque con uno dei due pulsanti finché non troveremo quella che si trova davvero nella posizione numero #6:

Ripetiamo quindi la stessa procedura per la parola successiva (nel nostro caso ha chiesto la numero #8).
Questa è quella sbagliata:

E questa è quella giusta:

Dopo qualche secondo per il processing….

Il Ledger è pronto:

La configurazione iniziale del nostro Ledger Nano S è terminata.

Installazione dei plugin necessari

Come abbiamo già spiegato prima, necessitiamo di Google Chrome.
Apriamolo e scarichiamo i plugin necessari per il funzionamento del Ledger.

Nota: non tutte queste funzionalità sono necessarie, se vuoi controllare i tuoi portafogli (Btc & Altcoins, Eth, Ripple) direttamente sul tuo computer per verificarne lo stato, puoi scaricare i tre wallet. Mentre il Ledger manager consente l’installazione all’interno del Ledger dei vari wallet (che è ciò che serve a noi) e l’Authenticator ti permette di verificare le transazioni anche da mobile.

Facciamo un esempio con il Ledger wallet Bitcoin e Altcoins e con il Ledger wallet Ethereum, per Ripple procedimento è esattamente lo stesso.
Dopo averli scaricati troveremo sul display del nostro Ledger la seguente schermata:

Selezioniamo Ethereum spostandoci con uno dei due pulsanti, premiamoli dunque entrambi:

Spostiamoci ancora ed entriamo dentro a Settings:

Adesso notiamo due modalità che sono Contract Data e Browser support:

Per entrambe dobbiamo entrare e selezionare l’opzione YES, come di seguito:

Rimane ora l’ultimo passo, dopodiché saremo pronti ad effettuare le transazioni. Una volta usciti da questi sottomenu selezionando le varie opzioni “back“, riportiamoci sulla schermata che mostra Bitcoin ed Ethereum e selezioniamo Ethereum. Lasciamo dunque il Ledger con questa schermata:

Collegamento a MyEtherWallet

Se non sai cosa sia MyEtherWallet ti lasciamo la nostra guida che spiega come utilizzarlo nei minimi dettagli. Dando per scontata la conoscenza di questo web-wallet, apriamolo a questo link e vediamo come collegarlo al nostro Ledger Nano S.

Spostiamoci nella seconda scheda in alto: “Send ether e token” e selezioniamo come modalità di accesso al wallet “Ledger Nano“. Troveremo la seguente schermata:

Scegliamo ora “Connect to Ledger Wallet“, ciò che apparirà sarà una finestra contenente alcuni parametri che vanno lasciati cosi come sono:

Unlock your wallet” è la prossima scelta che ci permetterà di entrare nel nostro portafoglio visualizzando il saldo attuale.

Un esempio: invio di Ethereum (ETH)

Ora, per fare un esempio, trasferiamo alcuni Ethereum (0.0540236 ETH) da questo wallet ad un altro e vediamo come si comporta il Ledger.

Inseriamo l’indirizzo di destinazione, la quantità di Ethereum, e non tocchiamo la voce “Gas limit” che verrà riempita automaticamente.

Click su “Generate Transaction“:

e successivamente su “Send Transaction“:

Si aprirà dunque una finestra di conferma in cui ovviamente scegliamo “Yes, i’m sure! Make transaction”:

Adesso spostiamo l’attenzione sul nostro Ledger.
Come possiamo notare è apparsa questa schermata:

Chiede la conferma della transazione mostrando:

  • la tipologia di token (o criptovaluta) e la relativa quantità
  • l’indirizzo del wallet destinatario
  • le fees massime che potranno essere applicate alla transazione

Dopo aver confermato, abbiamo terminato la nostra transazione. Nel caso in cui vogliate utilizzare il vostro smartphone come Authenticator al posto del Ledger, trovate l’app disponibile  a questo indirizzo.

Reset del Ledger Nano S: come inizializzarlo

Può capitare di sbagliare tre volte il codice PIN (non ve lo auguro per niente).
Oppure di aver perso le 24 words necessarie per un recovery in caso di smarrimento.
Se invece siete molto fortunati, potrete trovarne uno per terra!

In tutti e tre i casi è utile sapere come resettare il Ledger Nano S per ricominciare da zero.

Per fare ciò è necessario seguire questo percorso:
Setting -> Device -> Reset all -> Confirm.

Reinstallazione dei plugin necessari

Dopo aver ripetuto tutta la procedura iniziale della scelta del PIN e della trascrizione delle 24 parole, è assolutamente necessario reinstallare tutti i plugin all’interno del Ledger (si trovano nella sezione Installazione dei plugin necessari).

Se questo passaggio viene omesso, il Ledger resterà bloccato sull’unica scelta disponibile: Settings.

Ledger

Nonostante siano presenti le frecce per spostarsi, non sarà possibile farlo se omettete di reinstallare tutti i plugin.

Un acquisto soddisfacente

Devo ammettere che questo “giocattolo” è molto utile, all’avanguardia e funziona davvero bene. Non ha mai creato problemi di alcun genere e inoltre è ben supportato dalla community nel caso sorgano dubbi o problematiche.

Il Ledger Nano S è esteticamente molto bello, sia per quanto riguarda il design sia per la parte dei plugin riservata a Google Chrome, tutto il pacchetto funziona ottimamente.

Puoi comprare il tuo Ledger Nano S direttamente qui
In alternativa puoi optare per il Trezor o per il KeepKey (gli altri due wallet citati all’inizio della guida).

Spero che questa guida ti sia piaciuta, se è così faccelo sapere sui nostri social o su telegram!

SE  NON riesci a configurare

guarda questo Video,

oppure contatta il support QUI :

 Acquista il Tuo Portafoglio Bitcoin, la Tua Banca, dove sei Tu a decidere come, quando, dove e quanto gestire il Tuo Denaro. Senza Limitazioni e senza interventi di chicchessia…. ricorda, il denaro che hai nella banca tradizionale appartiene alle banche non a te. Leggi l’articolo 1834 QUI.

Con LEDGER ti Liberi dal Sistema !!!

Clicca la Foto sotto per acquistare il Tuo LEDGER  NANO

Ledger Nano S - The secure hardware wallet

Ledger Hardware wallet

Istruzioni su come installare Token ERC20 su Ledger Clicca QUI

oppure contatta il support QUI :
https://support.ledgerwallet.com/hc/en-us/

CANALE  YOUTUBE

dove trovare i VideoTutorial

per varie operazioni extra….

https://www.youtube.com/channel/UCSrfbzqF29CD4rQjJl_ixnw/videos

Forse potresti dare un’occhiata a questo video:
https://www.youtube.com/watch?v=V_YT_8qIDp4&t=413s
Se non trovi quello che stai cercando qui,
https://support.ledgerwallet.com/hc/en-us/
Post in evidenza

Cosa è un Exchange ?

Un exchange di criptovalute è un servizio che permette a tutti gli utenti di scambiare valute digitali in cambio di altri beni, dalla moneta fiat convenzionale ad altre valute digitali.

Primo passo, che cos’è un exchange di criptovalute?

Un exchange di criptovalute è un servizio che consente a tutti gli utenti di scambiare valute digitali con altri beni, dalla moneta fiat convenzionale ad altre valute. Che tu stia acquistando Ethereum o Bitcoin, o altcoin come Dash, Neo e Doge; Un exchange è semplicemente una grande riserva di criptovalute ed è molto simile al negozio che trovi in fondo alla strada. Tu gli invii dei soldi e ricevi in cambio delle criptomonete. Facile, vero?

Beh, sì e no. Sembra facile detto così. Il mercato è ancora in fase di sviluppo e gli exchange sono ancora in fase di adattamento alle esigenze dei clienti che desiderano acquistare e vendere le criptovalute. Se vuoi comprare Bitcoin o Ethereum con facilità, puoi usare un exchange semplice da utilizzare e sicuro, come Coinbase. Ha un’interfaccia pulita e molto intuitiva, dispone anche di un app per smartphone e le tue monete sono: garantite, assicurate e inviate con estrema semplicità.

Come funziona un exchange di criptovalute?

Ogni exchange di criptovalute ha un’interfaccia e procedure diverse, ma sostanzialmente utilizzano tutti dei processi molto simili.

  • Registrazione: dove l’utente si registra sul sito web, sceglie le credenziali di accesso ed effettua il login .

  • Verifica: La maggior parte esige adeguate informazioni per la verifica dell’utente(KYC) prima che si possa iniziare a fare trading.

  • Deposito: La maggior parte permette al cliente di depositare dai wallet di Bitcoin o direttamente da un exchange Ethereum. Alcuni accettano anche la valuta Fiat, tra cui: USD, Euro, GBP, JPY, CNY e altre.

  • Operatività: quasi tutti hanno un software o, almeno, un’interfaccia dal browser web per effettuare le transazioni. Il trader può utilizzarli per iniziare a fare trading.

  • Liquidazione: una volta che l’utente vuole prelevare il denaro investito e convertirlo nuovamente in valuta fiat, gli exchange consentono all’utente di inviarlo al conto bancario scelto.

    Se non è disponibile il bonifico bancario diretto, l’utente è tenuto a rivolgersi al rivenditore locale dell’exchange di criptovalute, o al rivenditore Forex, per ricevere i fondi in valuta locale. Le altcoin possono essere convertite e trasferite nei conti Bitcoin o in un exchange Ethereum, dove l’utente può quindi prelevare facilmente con il proprio conto bancario.

Come si può esser certi dell’affidabilità di un exchange di criptovalute?

In questo mercato non regolamentato e decentralizzato, la responsabilità di trovare un exchange affidabile ricade sul trader e le truffe esistono. Un po di ricerca è la scelta migliore per difendersi.

Impiegare del tempo in più per valutare tutto ciò che offre il mercato può: farti risparmiare soldi per le commissioni e velocizzare i tempi per le transazioni e rendere più semplice l’acquisto di criptovaluta attraverso il tuo metodo di pagamento preferito.

Ci sono diversi fattori da considerare, dai problemi di compatibilità con il wallet che vorresti utilizzare; al trovare l’exchange di criptovalute che venda le altcoin che desideri acquistare.

Tipi di exchange di criptovalute..

 

Esistono fondamentalmente 4 tipi di exchange tra cui si può scegliere: Cex, Dex, rivenditori di criptovalue e fondi di criptovalute.

  • CEX:  si tratta di un exchange centralizzato, dove ogni transazione passa attraverso l’autorità centrale.
    Questi exchange di criptovalute richiedono una commissione per ogni transazione eseguita. Potrebbero anche addebitarti una tassa in percentuale in base all’importo che depositi o durante il prelievo dei fondi.
  • DEX: sono exchange decentralizzati, che negli ultimi tempi hanno acquisito popolarità, qui le transazioni avvengono direttamente tra due trader, eliminando anche la necessità di definire coppie valutarie predefinite in quanto i trader possono creare qualsiasi coppia stabilendone il prezzo.
    Ad esempio: un trader pvuole acquistare una nuova moneta chiamata Xcoin con BTC. Per farlo deve lanciare un prezzo di offerta e se qualcuno che detiene Xcoin accetta la tariffa proposta avverrà lo scambio. Quindi l’utente potrà pagare dal proprio conto Bitcoin e riceverà la nuova moneta in cambio.
  • Exchange locali: questi siti Web sono molto simili ad un rivenditore che consentono agli utenti di acquistare e vendere criptovalute con le valute locali. Tuttavia, molti di essi consentono l’acquisto automatico e il posizionamento degli ordini di vendita.
  • Fondi di criptovalute: questi fondi funzionano come i fondi comuni di investimento, gli utenti possono depositare il proprio denaro in una società che fa trading di criptovalute e il trading viene gestito dal fondo in questione mentre l’utente ne ottiene i benefici.

Post in evidenza

Cosa Sono e come Funzionano i Bitcoin dalle IENE

Un viaggio attraverso la criptomoneta

che potrebbe cambiare la nostra vita

Ecco la mia opinione !

Speciale Le Iene su Cos’è Bitcoin, mio parere su cosa è stato detto .

Telegram : @emanuelefly

– La cosa che più mi ha colpito è stata la frase detta non da un esperto, o un tecnico ma da un commerciante di un bar di Rovereto.

Gli è stato chiesto cosa pensasse del fatto che , il bitcoin con cui veniva pagato regolarmente dai suoi clienti , potesse raddoppiare o dimezzare il suo valore.

E lui con estrema semplicità ha detto che se non ti piace andare sulle montagne russe puoi andare sul brucomela che nessuno ti obbliga.

Graffiti trovato a Parigi !!!
Nell’aria voglia di cambiamento ?

 

 

 

Post in evidenza

wallet consigli

Ledger nano s Unboxing + Setup


Unboxing + setup del ledger nano s. Unico difetto: poco spazio in memoria Link per l’acquisto

Ledger Nano S - The secure hardware wallet


?Non rischiare di venir hackerato, dotati di Ledger nano s:

Ledger Nano S: guida completa all’installazione e all’utilizzo!

Clicca QUI

●▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬●

Queste le applicazioni in alternativa

al software originale LIVE  Ledger

APP  Bitcoin :

https://chrome.google.com/webstore/detail/ledger-wallet-bitcoin/kkdpmhnladdopljabkgpacgpliggeeaf

APP  Ethereum :

https://chrome.google.com/webstore/detail/ledger-wallet-ethereum/hmlhkialjkaldndjnlcdfdphcgeadkkm

APP  Manager :

https://chrome.google.com/webstore/detail/ledger-manager/beimhnaefocolcplfimocfiaiefpkgbf

●▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬●

?Ricevi bonus  10 $  Acquista facilmente bitcoin su Coinbase :

https://www.coinbase.com/join/585ce3d3cf0ab273382628d2

?Exchange consigliato- Binance: https://www.binance.com

Ledger NanoS “configurazione”


●▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬● ?
Donazioni (Se qualcuno volesse fare il pazzo)
BTC Adress –    1EbhEJ4CuZRZJe59iXeLfp6E3c9MBeQGTr

●▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬●

⚡ Consulenze private — dinicolaemanuele@gmail.com

●▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬●

?Libri consigliati: bitcoin mastering: http://amzn.to/2ByyQvU

The age of Cryptocurrency: http://amzn.to/2BzM9wd

Blockchain revolution: http://amzn.to/2DvuN0A
●▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬●

♨️Social: –

Facebook: https://www.facebook.com/flypara

Sito web personale http://www.emanueledinicola.eu

EXCHANGE alternativi FIAT – CRYPTO

Per convertire Euro in Crypto Clicca qui sopra

Guida Exodus wallet

Con 10 monete diverse

Scarica il Tuo Portafoglio EXODUS da QUI :

https://www.exodus.io/releases/


Per utilizzare il menu del software

e poter estrarre le chiavi private su Windows

clicca Tasti : CTRL + Shift + D

Qui Trovi il Canale Youtube coi VideoTutorial di EXODUS

si può attivare il traduttore automatico nelle impostazioni del Video , rotellina ingranagio . Prima cosa attivare sottotitoli cliccando in basso a destra sull’icona sottotitoli, poi sulla rotellina ingranagio selezionare Sottotitoli , inglese , poi traduzione automatica Video e scegliere Italiano dall’elenco. Potrete leggere quello che viene detto nel video in Italiano.

Portafoglio per Smartphone Mycelium

http://www.emanueledinicola.eu/mycelium/

 

Portafoglio per Smartphone Android

GreenBits Portafoglio Bitcoin

Portafoglio Criptovalute agosto17 +60% in 2 mesi

Come comprare bitcoin –

Dove conviene e come stare attenti

Coinmarket cap: market cap

volume 24h – BTC dominance

Capire e utilizzare i Block explorer

Esplorare la Blockchain

Come creare un portafoglio Bitcoin

Come creare Paper Wallet e trasferire fondi (SWEEP)

Attenzione: i paper wallet

potrebbero non essere sicuri!

I “paper wallet” sono, come dice la definizione stessa, “portafogli di carta”. In breve sono dei fogli in cui vengono scritte la chiave pubblica e quella privata di un wallet: fintanto che quelle chiavi rimangono scritte solo su carta, il paper wallet è il portafoglio di criptovalute più sicuro che ci sia. O no?

Infatti pare sia stata scoperta una “vulnerabilità”. Molte di queste coppie di chiavi vengono generate su siti web che utilizzano codice javascript. Questo codice utilizza una funzione, chiamata secureRandom(), che pare non essere in grado di generare codici completamente casuali.

Pertanto chi ha generato una coppia di chiavi con questo metodo (che è in assoluto uno dei più usati) rischia che la sua coppia di chiavi, ora o in futuro, possa essere rigenerata identica per qualcunaltro! Il problema è che se qualcuno ottiene la tua coppia di chiavi (magari da un generatore che non è poi così tanto casuale quanto dovrebbe) può usare i tuoi token come se fossero suoi… Addirittura il consiglio che si dà è quello di rimuovere i token da wallet le cui chiavi siano state generate in questo modo (spostandoli su wallet più sicuri)!

Per Bitcoin uno dei wallet più sicuri (ovvero le cui chiavi sono generate in modo davvero casuale) è Electrum. Ricordate che, una volta installato Electrum (magari offline), potete salvarvi su carta il seed e tutte le coppie di chiavi generate, e disinstallare il software: in questo modo avrete di fatto generato un paper wallet sicuro. Poi tanto potrete sempre reinstallare Electrum in futuro, stavolta utilizzando il seed (o le chiavi private) per creare un nuovo wallet, al posto che farne generare di nuovi al software: così avrete recuperato il vostro wallet precedentemente creato, e potrete operare.

Ricordate anche che per ricevere token su un paper wallet non è necessario alcun software: basta dare la propria chiave pubblica a chi ve li deve inviare, e verificare con un cosiddetto “explorer” che siano arrivati. Avete bisogno di un software solo se volete inviare i token che state conservando su un paper wallet.

Fonte: www.mail-archive.com/bitcoin-dev@lists.linuxfoundation.org/msg06929.html

Come reclamare i bitcoin gold – Ledger nano s (SWEEP)

Come creare e gestire un paper wallet Ripple (XRP)

 


Se comunque preferisci il Paper ti lascio qua sotto i link utili. https://xrpcharts.ripple.com/#/

http://ripplepaperwallet.com/

https://tails.boum.org/install/download

 

MyEtherWallet,

come creare un portafoglio


MyEtherWallet (MEW) è il migliore, per completezza e semplicità d’uso, wallet che gestisce Ethereum e token ERC-20. Per creare un wallet basta un minuto, ma bisogna fare attenzione perché potrebbe bastare altrettanto per perdere tutti i propri fondi. —————-ATTENZIONE AI DOMAINSQUATTERS! Non utilizzate MAI il primo risultato delle ricerche google per accedere a MyEtherWallet, poiché è un sito malevolo promosso tramite annunci Google, sul quale appena inserirete la vostra chiave privata l’avrete regalata a qualcuno! Il link corretto è https://www.myetherwallet.com/ Vi suggerisco di aggiungerlo ai segnalibri per evitare potenziali errori —– Chiunque può creare una quantità illimitata di wallets tramite questo servizio, del tutto freeware. Ogni portafoglio sarà contraddistinto da due hash: Una chiave pubblica/address, da vedere come l’equivalente dell’IBAN per il proprio wallet Una chiave privata, da custodire con massima sicurezza, che permette l’accesso al wallet. Al momento della creazione del wallet viene richiesta una password e viene generato un keystore file, che contiene la chiave privata crittografata con quella password. Anche questi due elementi sono da tenere sicuri e riservati, perché combinati hanno lo stesso uso della chiave privata: permettono l’accesso al wallet. La sicurezza è FONDAMENTALE, perché sulla blockchain ogni operazione effettuata è permanente, e non vi è modo di recuperare i fondi se non si riesce più ad accedere al wallet. In questo video vedremo come si eseguono le operazioni principali con MEW e come garantirci di eseguirle sempre in sicurezza.


Se vuoi supportare il canale e la Community, qualsiasi piccola donazione è ben gradita:

http://www.emanueledinicola.eu/wallets-emanuele/

MyEtherWallet, come funziona?

Ecco come installare e utilizzare il wallet METAMASK.

Come Trasferire ETH e TOKEN in MyEtherWallet.com

Come utilizzare erc20 su ledger nano s

grazie a myetherwallet

Come aggiungere un erc20 non listato su myetherwallet (ledger), questa procedura si può effettuare anche dopo il trasferimento della criptovaluta sul vostro indirizzo del ledger.

Questo il Software da Scaricare

per aggiungere Token ERC20 al LedgerNanoS

https://download.mycrypto.com/


 


Commissioni Exodus elevate? Ecco come fare

 

 

*****LINK CITATI***** White Paper di Satoshi Nakamoto:

https://bitcoin.org/en/bitcoin-paper

Local bitcoins: https://www.localbitcoin.com

ATM bitcoin: https://www.coinatmradar.com

Coinmap: http://coinmap.org

Bitcoin Valley: https://bitcoinvalley.eu/it/

QuiBitcoin App: https://www.quibitcoin.it/

GreenBits Wallet per android:

https://play.google.com/store/apps/de…
Ledger Nano S - The secure hardware wallet

Ledger Hardware wallet

Trezor Hardware wallet: https://trezor.io/

************** Stalkerami su twitter: https://twitter.com/mir_btc

Clicca Qui per Scoprire altri Portafogli

https://bitcoin.org/it/scegli-il-tuo-portafoglio

 

Chi è Filippo Angeloni ?

Se vuoi darmi una mano e contribuire ai prossimi video, mio indirizzo bitcoin:

http://www.emanueledinicola.eu/wallets-emanuele/

Crypto

Attenzione: queste informazioni hanno scopo puramente informativo e non costituisce invito all’investimento. Le cryptovalute in genere, ed i servizi ad esse collegate, sono per definizione “investimenti ad alto rischio” con pericolo di perdita totale del capitale. Se decidi di investire in questo settore, lo fai a tuo rischio . **Le mie sono solo opinioni personali e non consigli finanziari, fai sempre la tua scelta con coscienza, dopo esserti informato a fondo, il mondo delle crypto è estremamente volatile e ad alto rischio.

 

 

Glossario per Blockchain e criptovalute

Un glossario con i principali termini usati nel mondo delle criptovalute

per conoscere al meglio i vocaboli più usati sul bitcoin, la blockchain e il trading.

A

altcoin: è il termine usato per indicare tutte le criptovalute diverse dal Bitcoin;

arbitraggio: compravendita di un asset in diversi mercati contemporaneamente per conseguire un profitto privo di rischio grazie ai disallineamenti di prezzo. Questa opportunità ha una durata di brevissimo termine ed è influita dai costi di transazioni che gravano sulle operazioni;

ask: il prezzo ask (lettera) è il valore a cui il dealer è disposto a vendere;

ATH: all time high è il prezzo di mercato mai raggiunto da una criptovaluta rispetto al suo valore di quotazione;

B

bear market: ovvero mercato orso, un mercato ribassista contraddistinto da un andamento negativo dei prezzi e da una visione pessimistica dei mercati;

bid: il prezzo bid (denaro) è il valore a cui il dealer è disposto a comprare;

blocco: contiene le informazioni riguardanti le transazioni al suo interno. Per ogni transazione troviamo l’hash, il numero di input e output che vanno ad influenzare la sua dimensione. Per ogni blocco sono indicate la data e l’ora di creazione , il miner, il riferimento al blocco precedente ed un’altra serie di informazioni più tecniche;

blockchain: diario digitale composto da una catena (chain) di blocchi (block) che contiene tutte le informazioni riguardanti le transazioni in un certo lasso di tempo. Ogni blocco al suo interno è inserito in ordine cronologico e collegato al precedente. La tecnologia registra, archivia e autentifica le transazioni grazie ai partecipanti alla rete che permettono livelli elevati di sicurezza e trasparenza;

bull market: ovvero mercato toro, un mercato rialzista contraddistinto da un andamento positivo dei prezzi e da una visione ottimista dei mercati;

C

chiave privata: deve rimanere segreta perchè permette di accedere al proprio indirizzo che contiene i fondi digitali;

chiave pubblica: viene utilizzata durante la ricezione del denaro infatti deve essere inviata al mittente per effettuare il pagamento in criptovalute;

criptovaluta: mezzo di scambio digitale con le stesse funzioni di una moneta cioè essere riserva di valore e permettere transazioni di pagamento. Tra le sue particolarità principali quelle di essere decentralizzata e crittografata;

crittografia: materia che tratta sistemi di algoritmi matematici che trasformano un messaggio in una stringa di valori casuali, decifrabile solo tramite il possesso di una chiave;

D

DAPP: applicazioni eseguite tramite un sistema decentralizzato che le rende più flessibili e trasparenti;

DCA/PAC: dollar cost averaging/piano d’accumulo di capitale è la tecnica usata per ammortizzare il prezzo di carico di un asset. Si comprano somme costanti a scadenze regolari per un periodo predeterminato meglio se per medio/lungo termine (es. 100 euro/mese tutti i mesi per 5 anni). Lo scopo è ridurre la volatilità di mercato ed eliminare la componente emotiva negli investimenti;

decentralizzazione: termine usato per indicare ciò che NON è controllato da autorità centrale quindi che NON passa da intermediari. Ci si riferisce spesso all’erogazione di servizi o allo scambio di monete digitali senza passare da un istituto centrale o da una banca;

DEFI: ecosistema di applicazioni finanziarie e servizi, tra cui DAPP e DEX. La tecnologia blockchain e ai protocolli peer-to-peer che rendono il tutto trasparente e decentralizzato;

DEX: Decentralized Exchange permette agli utenti di eseguire scambi direttamente dai propri portafogli senza dover depositare fondi al suo interno;

DLT: Distributed Ledger Technology è un libro mastro o database distribuito. Esso può essere aggiornato, controllato e coordinato non più a livello centrale ma da tutti i partecipanti. Questo permette alla tecnologia di funzionare grazie al consenso degli utenti. Un esempio è appunto la blockchain;

E

exchange: marketplace per le criptovalute (o altro) dove è possibile effettuare la compravendita di monete digitali combinando domanda e offerta dei clienti. Possono essere custodial o non custodial a seconda se l’utente è in possesso della chiava privata o meno;

F

FOMO: Fear Of Missing Out ossia paura di rimanere fuori da un affare. Si riferisce alla paura di essere esclusi da particolari trend o da forti rialzi di prezzo;

fork: creazione di una versione di protocollo differente dall’originale. Un fork può essere soft se è compatibile con il precedente aggiornamento o hard se è indipendente dall’originale;

H

halving: processo di dimezzamento del numero delle monete generate per blocco e destinate ai miner. Serve per ridurre la velocità con la quale le criptovalute vengono create. Fornisce un tasso costante di emissione fino al raggiungimento dell’offerta massima;

hash: stringa alfanumerica sempre della stessa lunghezza corrispondente ad una determinata transazione;

HODL: gergo tecnico del mondo crypto che deriva dal concetto buy and hold quindi compra e tieni. Termine usato per indicare l’acquisto di una criptovaluta con lo scopo di mantenere la posizione e non considerare le fluttuazioni di mercato;

I

ICO: Initial Coin Offering è un’offerta iniziale di moneta. Si occupa della raccolta fondi per progetti finanziari dove vengono rilasciati token. Diverge dall’Initial Pubblic Offering (IPO) perchè al posto delle azioni al pubblico vengono offerte criptovalute. Serve principalmente per la prima quotazione sul mercato;

L

ledger: hardware wallet che contiene la chiave privata. Garantisce una maggiore sicurezza per la gestione dei propri fondi crypto;

liquidità: attitudine di un bene ad essere facilmente scambiato sul mercato. Minore è la differenza tra bid e ask maggiore è la liquidità di mercato e viceversa;

listing/delisting: inserimento/revoca di una criptovaluta sul mercato o su un determinato exchange;

M

market cap: la capitalizzazione di mercato è calcolata moltiplicando il prezzo per la valuta circolante. Misura il valore di tutte le monete in circolazione in un determinato momento. Può essere riferita alla singola criptovaluta o all’intero mercato.

miner: soggetto fisico che intraprende l’attività di mining. Viene remunerato con un certo numero di criptovalute della stessa tipologia che ha minato;

mining: processo di elaborazione di blocchi con conseguente remunerazione di criptovalute grazie alla potenza di calcolo dei computer;

N

nodo: partecipante al network della blockchain a cui spetta il compito di convalidare l’hash per autentificare la transazione che verrà aggiunta ad un blocco;

O

OCO: One Cancels the Other Order consiste in una creazione simultanea di due ordini dove solo uno dei quali viene eseguito mentre l’altro viene annullato. La combinazione avviene tra un ordine limit e un ordine stop-limit. Questo ordine condizionato è molto utile per un mercato volatile come quello delle criptovalute;

order book: elenco degli ordini di compravendita disposti per livello di prezzo;

ordine market: entrare in una posizione di acquisto o di vendita al prezzo migliore disponibile sul mercato in quel momento;

ordine limit: particolare istruzione data al broker. In caso di acquisto il prezzo inserito deve essere più basso di quello di mercato mentre in caso di vendita il prezzo inserito deve essere più alto di quello di mercato;

ordine stop-limit: particolare istruzione data al broker che combina un ordine limit e un ordine stop con i rispettivi price. Per rendere più efficace l’ordine conviene  impostare lo stop price un po’ più alto rispetto al limit price per ordini di vendita. Al contrario lo stop price deve essere un po’ più basso rispetto al limit price per ordini d’acquisto;

P

P2P: peer-to-peer è una tecnologia che permette agli utenti d interagire sia come client che come server e concretizzare la condivisione di dati;

POS: Proof of Stake è un algoritmo di consenso alternativo sempre alla base della blockchain. La convalida delle transazioni che porta a creare nuovi blocchi è compito di nodi che detengono loro stessi le monete forgiate. Maggiori solo le monete bloccate maggiori sono le possibilità di convalidare il prossimo blocco e ottenere ricompense. L’intero processo viene definito staking;

POW: Proof of Work è l’algoritmo di consenso alla base della rete blockchain. La convalida delle transazioni che porta a creare nuovi blocchi è compito dei nodi detti miner. L’intero processo viene definito mining;

pump/dump: operazione di manipolazione legata al rialzo o al ribasso artificiale di un asset per speculare nel breve periodo;

R

resistenza: livello di prezzo dove una tendenza ribassista fa fatica a scendere incentivata da una concentrazione di acquisto;

RSI: Relative Strength Index è un’indicatore di analisi tecnica. Si usa per misurare la forza interna relativa di un titolo o di un mercato rispetto a se stesso o in relazione ad un’altra attività finanziaria. L’indicatore deve oscillare tra una gamma di valori compresi da 0 e 100 dove i livelli medi di ipervenduto e ipercomprato sono 30 e 70;

S

satoshi: unità più piccola di un Bitcoin che equivale a 0,00000001 BTC quindi un BTC equivale a 100 milioni di satoshi. Il termine prende questo nome per omaggiare il suo creatore Satoshi Nakamoto tutt’ora sconosciuto;

smart contract: ovvero contratto intelligente, un software per computer che è stato progettato come un contratto automatizzato. Al suo interno le azioni si attivano dopo che sono soddisfatte condizioni predeterminate;

spread: differenza di valore tra due asset dello stesso tipo. Esiste il bid-ask spread che misura la differenza tra prezzo di acquisto e prezzo di vendita di uno strumento finanziario. Oppure il credit spread che misura la differenza tra tassi di rendimento di un titolo con la stessa scadenza;

stablecoin: sono tutte le criptovalute progettate per avere un valore stabile e costante nel tempo. Cercano di ridurre la volatilità perché sono sottostanti ad un asset. Questo può essere una valuta fiat (moneta legale emessa da un governo o da una banca centrale) come il dollaro oppure a materie prime come l’oro;

supporto: livello di prezzo dove una tendenza rialzista fa fatica a salire incentivata da una concentrazione di vendite;

T

token: particolari gettoni che hanno caratteristiche diverse in base alla loro funzione economica: a) payment token o coin, b) security token che incorporano un credito o un diritto sociale nei confronti dell’emittente, c) utility token che permettono di godere di un servizio digitale;

trendline: linea tracciata sul grafico dei prezzi per unire una serie di massimi successivi decrescenti o una serie di minimi successivi crescenti. Rappresenta la direzione generale che sta prendendo il prezzo in un determinato arco di tempo;

V

volatilità: misura della variazione percentuale del prezzo di un asset nel corso del tempo;

volume: è un indicatore della liquidità di una determinata attività finanziaria. Molto utilizzato in analisi tecnica per monitorare l’andamento e la consistenza delle contrattazioni per prevederne i cambiamenti futuri;

W

wallet: portafoglio elettronico per poter immagazzinare e trasferire criptovalute, ce ne sono diversi a seconda delle loro caratteristiche;

white paper: documento informativo contenente le informazioni principali di un progetto finanziario;

Il mercato OTC di Bitcoin e …

Ecco le analisi sulla crescita di Bitcoin ,
secondo calcoli matematici, raccolti dalla blockchain.
Insomma i guru prendono i popcorn e stanno alla finestra…..
Nel mentre Bitcoin scarseggia nelle mining-farm e ….
C’è chi pensa ad una crescita a 100 K in un anno
e chi a 1.000 K a 5 anni.

Ecco l’analisi impeccabile di Tiziano.

Discesa vertiginosa del prezzo di BTC. Cosa sta impattando il mercato? In questo video cerco di offrire una lettura allargata del momento in cui ci troviamo.

– Indice e Riferimenti: ► 00:00​ – Analisi Tecnica ► 03:48​ – Analisi Fondamentale

https://cointelegraph.com/news/bitcoin-open-interest-hits-3-8b-as-45-of-btc-options-expire-in-2-weeks

06:46​ – Analisi on-chain

https://cointelegraph.com/news/bitcoin-s-biggest-mining-pool-may-be-behind-the-btc-price-drop-but-buyers-stepped-in

https://cryptoquant.com/overview/full/227?window=day

13:59​ – FUD (PlanB)

https://alternative.me/crypto/fear-and-greed-index/

17:58​ – Arriva BlackRock.. Game changer

https://www.wallstreetitalia.com/blackrock-un-primo-passo-verso-il-bitcoin-entra-in-ballo-personalmente-anche-fink/

19:55​ – Il gioco delle balene ► 21:09​ – Modello S2F ► 23:48​ – e le alt?

Many took that to mean that bitcoin
has a catastrophic flaw (it doesn’t)
or the network is not secure (it is)
or that bitcoin is somehow broken (it s not).
Debunking the FUD: Andreas M. Antonopoulos

_______________________________________________

Molti hanno pensato che Bitcoin ha un difetto catastrofico (non lo ha) o la rete non è sicura (Lo è) o quel bitcoin è in qualche modo rotto (non lo è). Sfatare il FUD: Andreas M. Antonopoulos

What’s on my desk

I spend more and more time at my desk these days, doing everything from preparing the family taxes to working on this blog. Because of this, my workspace is constantly changing. Holding the clutter at bay is challenging, so I prefer to keep nearby only a few quality items that serve multiple purposes over a stockpile of things I might never need.

Staying Organized

Who me? Organized? My husband might tell you otherwise, but I do find it hard to keep track of our weekly schedule. You know: school, swimming, grocery shopping, tidying up, paying bills, remembering appointments and so on. Fortunately, in our house we all pitch in. No one person does everything. But we do have a little secret that helps our day run more smoothly.

Decentralizzati

Benvenuto in questa pagina, dove parlo di Decentralizzazione.

Con un click oggi vi chiudono i profili google, youtube, facebook, instagram, twitter conti bancari ecc…..
Con un click domani, quando non ci sara’ piu’ il contante, vi chiuderanno il conto in banca.
O ti Distingui o ti estingui .
Proteggiti Ora da qui.

Di seguito troverai alcune Soluzioni per potersi esprimere senza essere censurati.

Ultimamente si sente parlare spesso di “censura”.

I punti più importanti sono la “la libertà di espressione e la moneta” ovvero  il poter esprimere proprie opinioni  e l’economia autonoma..

Abbiamo visto come molte volte alcune persone vengono censurate da google,  youtube, facebook, instagram, twitter dalle banche ecc….

Esistono molte piattaforme che si appoggiano a Blockchain Decentralizzate.

La Prima Blockchain che ha creato l’anticensura è quella di Bitcoin.

Sulla scia di questa criptovaluta sono nate tante iniziative, creando anche piattaforme video Decentralizzate.

La parola decentralizzazione è molto importante.

La Blockchain decentralizzata significa : (letteralmente “catena di blocchi“) è una struttura dati condivisa e immutabile. È definita come un registro digitale le cui voci sono raggruppate in blocchi, concatenati in ordine cronologico, e la cui integrità è garantita dall’uso della crittografia. Sebbene la sua dimensione sia destinata a crescere nel tempo, è immutabile in quanto, di norma, il suo contenuto una volta scritto non è più né modificabile né eliminabile, a meno di non invalidare l’intera struttura, ma per fare questo bisognerebbe modificare nello stesso istante milioni di computers in internet.

Lo strumento decentralizzato basato su rete P2P ha bisogno di registrare dati unici, pubblici, non duplicabili, non falsificabili, non modificabili, non cancellabili.

La blockchain serve a questo: garantisce che ogni singolo dato in essa registrato sia unico, non sia nè modificabile, nè falsificabile, e non possa nemmeno mai essere eliminato o nascosto. Ad oggi blockchain è una delle pochissime tecnologie a consentire ciò nell’ambito di un progetto decentralizzato La Blockchain di Bitcoin ha oramai 11 anni e si è sparsa in tutto il mondo.

 

Qui puoi acquistare la tua banca

Qui puoi apprendere Bitcoin

Qui puoi scaricare LBRY

Qui puoi scaricare Duck Go

 

Questa la Piattaforma Video Decentralizzata dove è possibile pubblicare senza censura, clicca qui per creare il Tuo account

Se vuoi approfondire come beneficiare utilizzando Bitcoin entra in questa pagina,

troverai molti videotutorial che spiegano tutto , clicca la foto.

Esistono molti altri modi per renderti autonomo e Decentralizzato.

  1.  Browser Brave

  2. TOR

  3. connessione VPN

  4. Banca Decentralizzata “Ledger”

  5. moneta

  6. Canale Video

  7. Motore di Ricerca DUKE


Qui puoi scaricare BRAVE

Qui puoi scaricare TOR

Qui puoi scaricare VPN

Qui puoi apprendere Bitcoin

 


 

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito